Paola Malcangio Cernusco

Cernusco, peggiora il degrado in zona Berchet e i cani contano più dei bambini

Condividi

L’avevo già mandata una vera cartolina al sindaco di Cernusco che posta solo belle foto della città (spesso ritoccate). A marzo avevo segnalato (leggi qui) la situazione di degrado in cui si trovava l’area intorno a Vicolo Berchet: buio, discarica a cielo aperto, parchetto dei bambini con giochi rotti e pericolosi, cani fatti entrare dai padroni nonostante il divieto.

L’amministrazione, in tutta risposta, ha installato un palo della luce e ha rimosso i giochi pericolosi senza sostituirli.

Nel frattempo, però, la situazione è pure peggiorata tanto che il 9 luglio scorso i residenti hanno protocollato in Comune una raccolta firme per segnalare, in particolare, che il parchetto confinante con l’oratorio Paolo VI è praticamente diventato un’area cani.

“Nonostante il cartello ben visibile che ne vieta l’accesso – scrivono i residenti – tutti i padroni della zona si sentono in diritto di portarvi i loro cani a fare i bisogni, tra l’altro lasciando il più delle volte i loro escrementi a terra. Quando viene fatto presente che c’è un cartello di divieto e che i cani non dovrebbero entrarvi, i padroni si giustificano dicendo che il cartello all’ingresso del parco è vecchio e non ha valore, che tutti portano i propri cani lì e che ormai è una normalità”.

Questo sicuramente è dovuto alla mancanza di controlli e di sanzioni da parte della Polizia Locale che ha portato le famiglie residenti a sentirsi “defraudate del loro sacrosanto diritto-dovere di far giocare e correre i propri figli nel suddetto parchetto”.

I residenti lamentano anche il comportamento dei padroni che, oltre a non raccogliere gli escrementi dei propri animali, li lasciano abbaiare e litigare fra di loro anche durante la notte disturbando la quiete pubblica; chiudono la lettera con un appello al sindaco, cresciuto nella zona, affinché faccia osservare il cartello e rimetta i giochi per i bambini.

Una residente si è anche premurata di chiamare in Comune per sapere se fossero previste installazioni di giochi, visto il tanto sbandierato programma per i nuovi giochi nei parchi cittadini. La dipendente responsabile, però, ha troncato le speranze delle famiglie dicendo che non sono previsti giochi nel parchetto.

Paola Malcangio Cernusco
Ma l’accesso è vietato ai cani o ai bambini?

Paola Malcangio Cernusco

Il parco di notte diventa anche il regno di giovani che sbevazzano e lasciano in giro le loro bottiglie vuote. Paola Malcangio Cernusco

Paola Malcangio Cernusco

Paola Malcangio CernuscoPaola Malcangio Cernusco

Purtroppo le problematiche non si limitano all’okkupazione del parco da parte di cani, relativi padroni e di giovani bevitori, ma comprendono le pessime abitudini di qualcuno che, agevolato dal buio, continua scaricare rifiuti ingombranti e riempire a dismisura i cestini della zona.

Allora Sindaco, che vogliamo fare? Io te lo chiedo con un’interpellanza comunale: quale sarà la sorte di questo parchetto?

Area cani? E allora togli il cartello di divieto d’accesso ai migliori amici dell’uomo.

Parco per bambini? E allora metti nuovi giochi, fai rispettare il cartello del divieto di accesso dei cani e organizza un controllo più pressante del territorio affinchè l’area sia sicura per bimbi e famiglie e non diventi una discarica.

Perchè, altrimenti la #bellacernusco vivrà solo nelle foto ritoccate che posti sui social.

 

Di seguito alcune delle foto che i residenti hanno raccolto nel corso degli ultimi mesi.

Paola Malcangio CernuscoPaola Malcangio CernuscoPaola Malcangio Cernusco

Paola Malcangio Cernusco

Leggi la mia interpellanza

InterpellanzaParcoBerchet

Rispondi