Paola Malcangio

Il sindaco di sinistra che “non lascia indietro nessuno” permette il licenziamento di 6 lavoratori di Cernusco Verde

Condividi

Sono 6 su 11 i lavoratori di Cernusco Verde licenziati dal consorzio Co.Ge.S che, un anno fa, ha vinto l’appalto della gestione del verde. Il consorzio ha lasciato a casa persone che per anni hanno servito la città di Cernusco. La cosa grave e inaccettabile è che questo sia avvenuto senza che il sindaco Ermanno Zacchetti abbia mosso un dito. Eppure nel 2015, quando il Consiglio comunale approvò il piano di dismissione della partecipata, l’allora sindaco Eugenio Comincini giustificò la cessione al consorzio CEM del ramo d’azienda più importante (smaltimento rifiuti) proprio con la garanzia che tutto il personale sarebbe stato tutelato. E questa linea fu confermata da Zacchetti un anno fa. Di seguito potete leggere le convinte dichiarazioni dei due sindaci apparse su diverse testate che, oggi, suonano come una presa in giro per quelle persone che avevano ricevuto garanzie e che si sono trovate da un giorno all’altro senza lavoro. Cosa è successo allora? E’ evidente: le chiacchiere di Comincini e Zacchetti nascondevano l’unico vero obiettivo: cedere il core business di Cernusco Verde a Cem, il consorzio che già gestiva lo smaltimento rifiuti per una rete di comuni politicamente vicini lasciando al loro destino gli altri rami d’azienda. Sulla pelle delle persone. Volete sapere quali scuse addurrà il sindaco per giustificare il suo disiniteresse nei confronti dei lavoratori licenziati? Lo voglio sapere anch’io e per questo ho presentato un’interpellanza nella quale chiedo:

-con quali atti il Sindaco abbia monitorato che il posto dei lavoratori della Cernusco Verde venisse tutelato;
-come mai il Sindaco, venuto a conoscenza dei licenziamenti, non abbia fatto nulla per evitare che 6 dipendenti perdessero il posto di lavoro in contrasto con l’obiettivo che l’Amministrazione dal 2015 si era prefissata ovvero quello di tutelare il posto di lavoro dei dipendenti di Cernusco Verde;
-se, poiché Cernusco non lascia indietro nessuno, come scritto nelle linee programmatiche del Sindaco e sbandierato come un mantra su qualsiasi canale di comunicazione, quali atti intenda porre in essere per salvaguardare le 6 famiglie dei dipendenti che per anni hanno servito con impegno la città di Cernusco.

Il comunicato di Comincini, 2015

Intervista a Zacchetti, Fuori dal Comune 2017

Cernuscoinsieme, gennaio 2018

Il Folio, gennaio 2018

Rispondi